Storia

Lòm a merz

Fuoco

Prima che le norme anti-COVID imponessero il distanziamento e quelle ambientali la riduzione delle emissioni, di questi giorni nel mondo contadino l’imbrunire coincideva con l’accensione dei  fuochi dedicati al mese di marzo oramai alle porte. Anche nella nostra località è vivo il ricordo dei “lòm a merz“, tradizionali falò accesi nei pressi delle case con gli avanzi delle potature a …

Read More »

Il Ghetto dei ricordi

Ghetto della Cagnona -

Ho trascorso la prima infanzia in quella zona periferica del territorio bellariese che, con intento volutamente dispregiativo, è sempre stata denominata “ghetto”, anche se tale connotazione, più verosimilmente, può essere ricondotta alla posizione allora molto marginale e distinta dal centro bellariese. Si trattava di un agglomerato di case basse e modeste alle quali si accedeva attraverso stradelli sterrati che si …

Read More »

La Pasquella

Pasquella 2019 nel ghetto

Ritorna nel vecchio ghetto della Cagnona la tradizione della Pasquella Risaliva infatti al 1997 l’ultimo passaggio da parte di pasquaroli nella nostra località per l’abituale benvenuto all’anno nuovo. L’usanza di far visita alle case nella giornata del 5 Gennaio per propiziare la buona sorte da parte di suonatori e cantori affonda la sua origine nella notte dei tempi e per …

Read More »

Il bustrengo

Qui entriamo a piene mani nella giungla dei sapori, nella mescolanza di dialetti che popolano la Romagna, la parte settentrionale della provincia di Pesaro, l’intero Montefeltro. Ci si perde immediatamente appena si gira l’angolo. Quello che un metro più in là era bustrengo, qui diventa qualcos’altro. E quello che non ci aspetteremmo mai si fa bustrengo. Così mentre attendiamo di …

Read More »

San Martino in Romagna

Nelle civiltà agrarie San Martino coincide con un periodo di fine anno, con il termine dei pascoli e dei raccolti e la prima spillatura del vino. Le propaggini autunnali si stemperano nell’incipiente inverno. Nella tradizione agricola e contadina San Martino segna il principio dell’anno agrario, la scadenza e il rinnovo di contratti e fittanze. Nel mondo germanico la stagione invernale …

Read More »

Le borgate, gli abitanti, i mestieri di Vergiano

I dati più antichi sui toponimi del territorio di Vergiano ci vengono forniti dal catasto “Calindri” (1774-1809) e dal Libro delle decime (1774-1840 circa). Per meglio definire i confini di queste aree, mi sono servito delle cartine del “Bargellato” che risalgono al periodo trattato. In quel tempo la parrocchia era così suddivisa, partendo da monte verso mare e dal fiume …

Read More »

Area umida

Nel Medioevo le acque sono una componente forte del paesaggio. I livelli di piovosità, il pressoché nullo sfruttamento delle falde superficiali, la presenza residua del manto boschivo, contribuiscono a determinare un regime idraulico caratterizzato da specchi lacustri o palustri abbastanza diffusi e corsi d’acque con portata abbondante e piuttosto continua. Sono elementi riscontrabili lungo tutta la fascia pianeggiante, e quindi …

Read More »

Leopoldo Tosi e la Cagnona

Poderi Torlonia

Sulla figura di Leopoldo Tosi, che lentamente va riscoprendosi grazie anche al convegno tenutosi lo scorso novembre a Villa Torlonia “L’ingegnere alla Torre. L’opera di Leopoldo Tosi (1847-1917) tra imprenditoria agricola e innovazione tecnologica“, si potrebbe scrivere molto, e a lungo. In questa occasione è sembrato interessante approfondire la relazione tra questo illuminato personaggio, la razza bovina romagnola della quale …

Read More »

Il mare di San Mauro

Forse non tutti sanno come è nata la località turistica di San Mauro, quella che si affaccia sul mare Adriatico. I villeggianti di oggi la immaginano come se, da molti anni, questa sia una località bella e fiorente, cresciuta nel tempo e adeguatasi alle esigenze turistiche della gente che vi ha abitato. Eppure oggi, questa parte di costa, appare così. …

Read More »

Il bargellato di Rimini

La divisione tra Città, Bargellato con le “Ville o Fondi” e Contado coi “Castelli e Terre” risale al Medioevo: i tre territori formavano il Distretto di Rimini. Un censimento risalente al 1608 riferisce che …. la Città faceva anime o bocche 10 mila, il Bargellato 8.548 e il Contado 11.669. Oltre ai Capitani dei Castelli del Contado, c’erano i commissari …

Read More »