Storia

All’ombra della Torre

campogrande

Inizia nell’ottobre 1828 con l’acquisizione dei diritti in capo ai Braschi la storia di uno dei più importanti e longevi latifondi del nostro territorio. Affonda infatti le proprie radici nella liquidazione dell’esperienza napoleonica e nella restaurazione del principio di legittimità la nascita del principale tenimento della nostra località ad opera di una delle più importanti ed influenti famiglie dell’Italia preunitaria …

Read More »

Fra Rimini e Cesena

BASSA

Le pievi di San Martino in Bordonchio, dei Santi Vito e Modesto, di San Michele in Acerboli, di San Martino in Rubicone e tante altre, furono erette prima del Mille, in funzione delle genti che, da tempo e tempo, vivevano e lavoravano nelle terre che avrebbero fatto parte dei loro plebati. Erano genti che, per necessità di sostentamento, dipendente esclusivamente …

Read More »

Insediamenti

GARAMPI stralcio

Ariminum è, come risaputo, una colonia latina dedotta nel 268 a.C. Una fondazione antica che precede quella di altre città norditaliche come Piacenza, Cremona, Bologna, Parma, Modena e Aquileia. Coordinata alla fondazione è quindi la realizzazione di una suddivisione del terreno agricolo circostante, e dunque l’assegnazione delle terre ai coloni. La centuriazione è il sistema di misurazione del terreno utilizzato …

Read More »

I 125 anni della “Littoranea”

TRENO A_BELLARIA

Centoventicinque anni fa apriva l’esercizio l’intera linea ferroviaria Rimini-Ravenna-Ferrara, talora chiamata nelle cronache dell’epoca la “Littoranea”. Non è noto perchè si scelse di aspettare il mese di gennaio di quel fatidico 1889 per aprire al pubblico gli ultimi due tratti e rendere operativo uno dei più attesi e sospirati collegamenti dell’epoca. Varrà tuttavia la pena ricordare le forti attese che …

Read More »

Il paesaggio romano tra il Fiumicino-Rubicone e l’ Uso.

Nel quadrilatero delimitato dall’Uso, il Fiumicino (ritenuto da molti l’antico Rubicone) e dai tratti di Popilia e di Antica Emilia compresi fra i due fiumi, area che corrisponde grosso modo all’odierno comune di S.Mauro, non è dunque venuta alla luce alcuna traccia di villaggi romani. E’ invece accertata l’esistenza di insediamenti sporadici e di popolamento sparso, come testimoniano le varie …

Read More »

Il maestro che piantava gli alberi

101 0732

A Renato Campanini e alla moglie è legata una pagina di grande umanità che ancora oggi pare rivivere nella memoria collettiva della località. Senza retorica potremmo dire che la coppia ha rappresentato la figura dei “maestri” per antonomasia permettendo a generazioni di affrontare un mondo in rapida evoluzione come quello prima e dopo l’ultima guerra. Per noi venuti dopo, sentire …

Read More »

Giacobini alla Cagnona

MARIANNA

Con la tregua di Treviso, Rimini fu assegnata a Napoleone Bonaparte. Pochi giorni dopo, il 24 gennaio 1801, una folla di accesi cisalpini giacobini e tremila soldati francesi entrarono a Rimini compiendo atti di violenza su persone e cose. Napoleone, tuttavia, non intese favorire oltre gli estremismi giacobini, come dimostrò con la trasformazione della Cisalpina in Repubblica Italiana – con …

Read More »

Una nuova piazza alla Cagnona ?

rubico

Chi si trovava a transitare, sul finire degli Venti, alla Cagnona lungo la ferrovia, non poteva non notare la grande cancellata di ferro che dal Viale Nettuno (l’attuale viale Panzini) conduceva alla villa dei signori Lugaresi. La strada di accesso in terra battuta costeggiata da alberi di pero attraversava la proprietà della rinomata famiglia originaria di Cesena che negli ultimi …

Read More »

A tutto vapore – alle origini dello sviluppo della localita’

Il 29 luglio 1879 rappresenta una data storica nell’ambito della questione ferroviaria italiana. Con l’approvazione della Legge numero 5002 il Parlamento italiano sancisce per la prima volta con un provvedimento organico la costruzione di linee secondarie per conto dello Stato, come già accaduto nelle principali nazioni europee. Prende così il ‘via’ la progettazione e la costruzione di diverse migliaia di …

Read More »

28 settembre 1916

Chi è stato il pittore che ha dipinto quest’alba settembrina?  E’ così bella, è così in pace, è tutta un tenero palpitar di luce !  Se su per il cielo rosato, fuor delle mirabili trasparenze che radon la terra, sorgesse, invece del sole, una figura ridente di donna, io non me ne meraviglierei. –Siete voi, signora, che avete pulito, mentre noi …

Read More »