Sulle tracce del pannellone digitale

Sono innumerevoli i cittadini della nostra località che hanno notato la “sparizione” fin dall’inizio dell’autunno del contachilometri digitale di Via Ravenna.

Da anni collocato sull’ex strada nazionale nei pressi dell’uscita della scuola media, da sempre svolgeva la funzione di moderatore psicologico della velocità per quanti, talora d’istinto, portati ad accelerare l’andatura in prossimità di un centro abitato, una scuola e un supermercato particolarmente affollato nei mesi invernali.

Non essendo collegato a contravvenzione , l’utile display apparteneva a quella tecnologia-dolce capace di fare appello al senso di responsabilità individuale per prevenire spiacevoli fenomeni come tamponamenti e collisione con pedoni e ciclisti.

Ci eravamo interessati alle sue condizioni di salute a fine ottobre quando fonti ufficiali ce lo riferivano in riparazione causa problemi elettrici…

A oramai un mese e mezzo di distanza  pare doveroso quindi chiedere ulteriori aggiornamenti circa l’intenzione di ripristinare sulla sopraccitata via la presenza dell’utile rilevatore.

Se vero quanto riportava un mese fa l’ANIA  che “Sulle nostre strade ogni due ore muore una persona a causa di un incidente stradale” e che “l’investimento di pedone rappresenta l’8,6% degli incidenti con 18.472 casi (nel 2010 ndr) in cui hanno perso la vita 667 persone “ viene spontaneo sollecitare tutte quelle misure capaci di orientare gli stili di vita nella direzione della sostenibilità e della sicurezza.

Check Also

AAA Salotto letterario cercasi

Inizia nel 1998 la rassegna di appuntamenti culturali in compagnia di autori presso le pertinenze …